Le prime testimonianze di questi felini risalgono all’inizio del XX secolo, nel Nuovo Messico. Si narra che siano nati due gattini senza pelo, fratelli che non si accoppiarono tra di loro. Questi gattini furono chiamati “nuovi gatti messicani senza pelo”, ma non sono correlati agli attuali Sphynx.

La razza Sphynx per come la conosciamo oggi ha origine in Canada. Nel 1966, una gatta domestica diede alla luce un gattino nero senza pelo, dando così inizio all’allevamento di questa nuova razza. Una donna acquistò quel particolare gattino, chiamato Prune, e sua madre, Elisabeth, lo incrociò un anno dopo per ottenere più cuccioli. Dalla cucciolata nacquero sette gattini, due maschi e due femmine senza pelo. Tuttavia, questi gattini avevano seri problemi di salute, in quanto il loro sistema immunitario non era completamente sviluppato. Ciò portò quasi alla fine dell’allevamento di questa razza. Tuttavia, a metà degli anni ’70, altri esemplari di questi “gatti nudi” furono ritrovati e l’allevamento riprese. Nel 1971, il gatto Sphynx fu ufficialmente riconosciuto come razza.

Il gatto Sphynx è una razza di taglia media e muscolosa, con un peso che può variare tra i 3,5 e i 7 kg. La sua testa ha una forma a cuneo con contorni arrotondati ed è leggermente più lunga che larga. Le orecchie del Sphynx sono grandi, con una base larga e aperta, e le punte leggermente arrotondate. Gli occhi sono grandi e a forma di limone, inclinati verso l’esterno delle orecchie. La caratteristica più distintiva di questi gatti è la loro pelle molto rugosa, che può essere di qualsiasi colore, comprese le variazioni con macchie.

Sphynx sull'attenti

Sphynx sull’attenti – Pexels User – Pexels.com

Alcuni allevatori incoraggiano gli esemplari senza baffi, anche se in alcuni paesi questo è considerato un abuso. Le vibrisse, tecnicamente parlando, sono peli rigidi che svolgono un ruolo importante come organi sensoriali tattili per i gatti.

I gatti Sphynx sono noti per essere felici e affettuosi, sviluppando un forte legame con i loro proprietari. Solitamente si mostrano amichevoli anche verso altri animali domestici e raramente manifestano comportamenti aggressivi. Tuttavia, non è consigliabile lasciare gli Sphynx da soli per lunghi periodi, poiché possono annoiarsi rapidamente. È importante stimolare la loro mente con giochi di intelligenza o permetter loro di socializzare con altri animali della stessa specie per favorire il loro divertimento.

I gatti Sphynx possono essere addestrati al guinzaglio, ma è necessario prestare attenzione alle condizioni meteorologiche, evitando di portarli fuori quando fa troppo freddo o caldo. Non vi sono peli sul loro corpo che possono fungere da termoregolateri. È possibile anche farli uscire fuori il balcone in modo che possano godersi l’aria aperta in sicurezza. Questa razza è sveglia e talvolta può essere addestrata anche a recuperare gli oggetti lanciati. È normale sentire alcuni suoni emessi dai Sphynx, poiché sono tra i gatti più loquaci, anche se i loro miagolii non sono particolarmente rumorosi, tendono ad essere piuttosto bassi.

Infine, riguardo al colore della loro pelle, nonostante la mancanza di pelo, i gatti Sphynx possono presentare varie tonalità, tra cui rosa, bianco, cannella, grigio, bicolore o screziato.