Il suricato, chiamato anche suricatta, è un piccolo mammifero appartenente alla famiglia delle manguste. Originario dell’Africa, è conosciuto anche per il suo ruolo nella celebre animazione Disney “Il Re Leone”. Sebbene carismatico e particolarmente affascinante, il suricato richiede cura, attenzione e un ambiente specifico per condurre una vita domestica di qualità. Questo articolo vi aiuterà a capire meglio se l’adozione del suricato come animale domestico può essere una scelta sensata per voi.

Prima di tutto, è importante sapere che il suricato è un animale sociale. In natura, si muovono in gruppi, spesso costituiti da 20 o più membri, compartecipando alle attività quotidiane come la ricerca di cibo e la protezione del territorio. Tenere un suricato in solitaria sarebbe contro la sua natura e potrebbe causargli stress. Per questo motivo, se si intende adottare un suricato come animale domestico, è consigliabile avere almeno un altro esemplare.

Un altro aspetto fondamentale da considerare è il loro carattere. I suricati sono animali estremamente curiosi e attivi. Passano gran parte delle loro giornate a scavare nei terreni, cercando cibo e creando tane dove rifugiarsi. Pertanto, per garantire il loro benessere, è importante ricreare un ambiente simile a quello naturale, fornendo loro ampio spazio per muoversi e terra sufficiente per scavare.

La dieta di un suricato rappresenta un’altra sfida. Questi animali sono onnivori, si nutrono prevalentemente di insetti, ragni, lucertole, uccelli e uova, ma mangiano anche radici e tuberi. É quindi fondamentale assicurarsi di poter fornire una dieta adeguata e varia, comprensiva di tutte le proteine e i nutrienti di cui hanno bisogno.

suricato

suricato

Non meno importante, bisogna considerare che i suricati sono animali selvatici ed esotici e quindi sarebbe necessario ottenere dei permessi speciali per poterli tenere come animali domestici. In molti paesi questa pratica è proibita, inoltre, alcune specie di suricati sono tutelate dalla Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie Minacciate (CITES) che ne regola il commercio.

Anche se i suricati sono adorabili, la loro tenuta presenta notevole difficoltà. La loro manutenzione è impegnativa, il costo di mantenimento non è da sottovalutare e le questioni legali possono essere complesse. Pertanto, se siete affascinati da questi creature, vi suggeriamo di considerare altre alternative più adatte alla vita domestica.

Alcuni zoo, parchi naturali e riserve offrono programmi di adozione a distanza, che vi permettono di supportare il suricato senza doverlo tenere fisicamente in casa. In questo modo, avrete la possibilità di contribuire alla tutela di questi animali, sostenendo le loro necessità e aiutando le persone che se ne prendono cura quotidianamente.

In aggiunta, se volete interagire con i suricati, alcune strutture organizzano visite guidate che permettono di vedere da vicino queste creature, osservare le loro abitudini e, talvolta, familiarizzare con loro in maniera controllata e sicura.

In conclusione, tenere un suricato come animale domestico è una scelta impegnativa e complessa, non adatta a tutti. É importante fare una scelta responsabile che rispetti il benessere dell’animale, considerando attentamente le sue esigenze comportamentali, dietetiche e ambientali. Optare per l’adozione a distanza o per le visite in un centro dedicato possono essere ottime alternative per coloro che amano i suricati ma non possono o non vogliono tenerli in casa.