Spesso disquisiamo su cosa è davvero necessario quando ci rivolgiamo ad una web agency: la paura e la sfiducia verso questo settore sono imperanti. Eppure, investire su una agenzia web per lanciare il proprio progetto nell’internet è tra gli investimenti più proficui che si possano fare, specialmente se parliamo di un brand che vuole imporsi anche nel settore dell’e-commerce.

Sappiamo molto bene che prima di contattare una web agency, è essenziale avere alcune accortezze quali un budget ben stabilito e delle aspettative chiare, nonché tanta pazienza. Rimane sempre molto utile anche studiare i siti dei concorrenti per comprendere meglio il mercato e i contenuti efficaci. Avere obiettivi chiari, come aumentare vendite o visibilità, comunicare chiaramente e stringere un buon legame con le persone che assumerai per questo ruolo, così da avere un rapporto proficuo sia in fase di creazione che poi di manutenzione del sito. Tutto ciò va fatto non prima di aver valutato attentamente l’esperienza e la reputazione dell’agenzia attraverso recensioni e referenze di ogni sorta.

Ma quando si parla di aprire una web agency, di cosa bisogna tenere conto maggiormente? Ci siamo posti questo interrogativo e proveremo a rispondere. Così, a prescindere da se tu sia cliente o un professionista del web, ti daremo un insight importante in questo mondo ancora largamente sconosciuto e misterioso.

Seo strategie

Seo strategie – Pixabay – Pexels.com

Per aprire una agenzia di web design profittevole, avrai bisogno di una nicchia o di una specialità per catturare un pubblico di riferimento. Vuoi occuparti di sviluppo personalizzato per le piccole imprese? Della costruzione di siti per un settore specifico? App mobili? Identità e progettazione del marchio, o solo sviluppo, o progettazione e costruzione? Marketing, ottimizzazione del tasso di conversione e SEO ? Se non ti senti ancora così tanto esperto, non dovresti cercare di offrire “un’ampia gamma di soluzioni perfette per aziende di numerose dimensioni e settori”. Troppo vago non funziona.

La tua nicchia deve avere possibilmente pochi competitor a disposizione, soprattutto nella tua zona. Non importa quanto sia azzeccata la tua nicchia se ci sono già abbastanza protagonisti affermati nella zona. Hanno già clienti e passaparola che gli garantiscono tutti i clienti. Dovrai diventare un po’ un venditore. Se non ti senti a tuo agio in quel ruolo, non hai un partner che sia a suo agio in quel ruolo e non puoi assumere un venditore, avrai difficoltà. Chiaramente, ottenere clienti è metà del tuo lavoro.

Fai attenzione, inoltre, ad accettare progetti a prezzo fisso. Inoltre, non concedere sconti o lavori gratuiti per ottenere i tuoi primi clienti, giacché questi spesso se ne approfittano. So che le persone ti daranno consigli diversi al riguardo.

Non operare con i clienti difficili. Se sei abbastanza disperato da dover mantenere quei clienti fastidiosi che sono sempre assillanti, che vogliono sempre qualcosa gratis, che vengono sempre da te con aspettative irrealistiche e che dubitano e cambiano sempre idea sui requisiti, hai già perso . Trattare con clienti del genere è come aggrapparsi agli specchi. Ti logoreranno e uccideranno gradualmente i tuoi affari. Conta le tue perdite e vai avanti prima che ciò accada. Dopotutto, questi sono consigli che si riferiscono un po’ a tutti i tipi di imprese!