I capelli ricci sono bellissimi, voluminosi ma spesso possono diventare un vero nemico per le donne, perché difficili da gestire. Domare i capelli ricci, infatti, non è così semplice, questo perché spesso le onde perdono la loro fluidità e ci si ritrova con un effetto crespo che crea disordine nella chioma. Inoltre, la definizione del riccio e il volume possono venire a mancare anche quando la beauty routine non è adeguata.

Cosa possiamo fare quindi, per gestire al meglio i capelli ricci? In primis, dobbiamo conoscere al meglio la nostra chioma e poi prendercene cura in ogni minimo dettaglio. Non dobbiamo lasciare nulla al caso: dallo shampoo alla piega. Se i nostri ricci fanno i capricci, ecco cinque consigli per averli sempre perfetti. 

1. Lo shampoo, il primo step fondamentale

La salute dei capelli ricci parte dallo shampoo. I prodotti ovviamente non sono tutti uguali, infatti, bisogna stare molto attenti a ciò che scegliamo. Sicuramente uno shampoo aggressivo non è adatto perché rischia di seccare il capello e vanificare ogni azione successiva.

In questo caso quindi, è meglio scegliere un prodotto molto delicato sulla cute, nutriente e adatto a tutta la famiglia. Meglio preferire prodotti ad azione rigenerante, così da proteggere e donare luminosità ai capelli danneggiati.

2. Come lavare i capelli ricci

Oltre alla scelta dello shampoo giusto, anche il modo in cui laviamo i nostri capelli ricci può influire parecchio sulla loro salute. Come comportarsi in questo caso? Sicuramente con i capelli ricci è meglio non esagerare con i lavaggi, che devono essere meno frequenti, perché il rischio è che perdano la loro naturale forma ed elasticità.

Inoltre, è importante non usare una quantità eccessiva di shampoo, quella giusta è la dimensione di una noce. Infine, da evitare frizioni esagerate e sfregamenti. La parola d’ordine è delicatezza.

3. Le maschere nutrienti

Dopo lo shampoo, anche l’utilizzo di alcuni prodotti come balsamo o maschere nutrienti possono contribuire alla salute dei capelli ricci. Per averli sempre perfetti, i ricci devono essere nutriti alla perfezione ancora di più dei capelli lisci. Ad ogni lavaggio possiamo applicare un prodotto idratante, da lasciare in posa in modo che possa penetrare in profondità nel capello. Ovviamente anche per maschere e balsami vale lo stesso discorso dello shampoo, i prodotti non devono essere aggressivi ma delicati e di qualità.

4. Come asciugare i capelli

Anche la fase dell’asciugatura è importante e in questo caso bisogna evitare ogni tipo di sfregamento. Subito dopo averli lavati non bisogna sfregare i capelli ricci con un asciugamano né strizzarli all’interno. Piuttosto, il modo migliore è tamponarli con un telo in microfibra morbido, e poi passare all’asciugatura con il phon.

Sul phon non deve mai mancare il diffusore, perché l’aria diffusa permette al riccio di non subire un trauma diretto, di asciugare bene i capelli e di lasciare libere le ciocche di seguire un movimento naturale. Attenzione! L’aria non deve essere troppo calda e il phon non troppo vicino alla cute. Consigliamo di applicare un prodotto termoprotettore prima dell’asciugatura, così da proteggere i capelli.

Infine, se è estate possiamo anche pensare di asciugare i capelli all’aria aperta, non c’è niente di meglio.

5. Come pettinare i capelli

Per concludere in bellezza, vediamo anche come pettinare i capelli ricci. Sicuramente è buona abitudine utilizzare il pettine, per la precisione quello di legno a denti larghi, quando i capelli sono ancora bagnati.

I capelli si possono pettinare anche sotto la doccia e possiamo aiutarci con un balsamo districante. È sconsigliato l’utilizzo di pettini e spazzole quando i capelli sono asciutti. I capelli ricci, una volta asciutti devono essere sistemati e definiti con le mani pulite. Per farlo, dividiamo i capelli in ciocche e utilizziamo le dita come se fossero un pettine. Questa è un’operazione che richiede abbastanza tempo, ma il risultato sarà fantastico.